Studenti. Via all’occupazione, inizia lo Scientifico

Occupazione Studenti
Il Liceo Scientifico Enrico Fermi di Sciacca da oggi è occupato. Lo hanno deciso gli studenti che hanno voluto aderire alle manifestazioni di protesta già in corso in molte città italiane, prime tra tutte Roma e Palermo. Durante una intensa assemblea di istituto, i rappresentanti hanno illustrato le motivazioni tra cui il ritiro immediato della Riforma Gelmini-Tramonti, l’inesistenza di un futuro lavorativo post diploma, il problema degli affitti in nero per gli universitari, il rinnovo dei trasporti e la questione dell’edilizia scolastica. Tra le proposte più interessanti quella riguardante il biennio unitario, ossia la richiesta che i primi due anni di scuola superiore siano uguali per ogni indirizzo.
Contrario ovviamente alla decisione degli studenti il Preside Calogero Baldassano
Tra le motivazioni della protesta, gli studenti non hanno fatto accenno ai recenti disagi causati dal maltempo. Gli ultimi giorni di pioggia infatti hanno determinato la caduta di qualche calcinaccio e delle infiltrazioni di acqua piovana. A rassicurare sugli interventi in itinere è sempre il dirigente scolastico.